Cerca

Pesciolino babele

L'arte di leggere e nuotare a vista

Categoria

Senza categoria

La battaglia in difesa del canone

È di qualche giorno fa la notizia che alcuni studenti dell’università di Yale hanno lanciato una petizione per chiedere al dipartimento di letteratura inglese dell’ateneo americano di riconsiderare i corsi di base eliminando l’obbligo di studiare alcuni grandi autori della tradizione. Per intenderci, Geoffrey Chaucer, Edmund Spenser, William Shakespeare, John Donne, John Milton, Alexander Pope, William Wordsworth e T.S. Eliot. I “Major English Poets”, i campioni del canone della Grande Letteratura.

Continue reading “La battaglia in difesa del canone”

Riscoprire Tennyson e Clare con la scusa di Penny Dreadful

È iniziata da poco su Netflix la terza stagione di Penny Dreadful. Non mi dilungherò su quanto sia qualitativamente superiore a molti prodotti attualmente in circolazione, piuttosto mi limiterò a pescare tra i tanti riferimenti letterari che la serie offre due voci splendenti della poesia inglese di fine Ottocento: Sir Alfred Tennyson (1809-1892) e John Clare (1793-1864).

Continue reading “Riscoprire Tennyson e Clare con la scusa di Penny Dreadful”

Leggere la Recherche nel 2016. Cosa può insegnarmi (ancora) Proust

Ho cominciato a pensare a come scrivere questo post subito dopo aver tentato con scarsi risultati di pubblicare su Twitter una frase tratta da La strada di Swann. Du côté de chez Swann per i francofoni.

copOra, a meno di non tagliare impietosamente parentesi, subordinate e incisi, l’impresa non si rivela né semplice né sensata. Provate voi a far stare in 140 caratteri hashtag esclusi una frase di Proust che abbia senso compiuto! Ma il punto, in effetti, è proprio questo. Perché ostinarsi e darla vinta al nonsense digitale? Piuttosto, desisto e accetto che alcune cose hanno bisogno del loro lungo respiro.

Continue reading “Leggere la Recherche nel 2016. Cosa può insegnarmi (ancora) Proust”

Call me Ishmael…

27.024000,27.024000

Tra anni fa l’Università di Plymouth diede inizio a Moby Dick The Big Read, un ambizioso progetto di lettura finalizzato alla realizzazione di un audiobook del capolavoro di Herman Melville. Ora, il sito di Open Culture ci informa che l’operazione è giunta al termine e che la storia del capitano Achab e della Balena Bianca può essere finalmente ascoltata e scaricata per intero (disponibile su iTunes, e Soundcloud).

Tra le “voci” di prestigio da segnalare quelle di Benedict Cumberbatch, Tilda Swinton e Stephen Fry.

Amleto e certe nostalgie accademiche

Hamletw

Mi sono sempre chiesta quando sarebbe accaduto e ora è successo. Complice una rilettura molto gradita di Amleto (qui per i dettagli), ho recuperato la mia prima tesi di laurea alla ricerca di qualcosa di interessante da condividere con i miei compagni di lettura. A parte il “coccolone” piombatomi addosso pensando che sono passati quasi dieci anni da quella prima fatica critica, sono stata investita da un’ondata di tenerezza per la vecchia me stessa. C’è un non so che di Ermione Granger in queste righe. Almeno, io lo sento tutto. 

Di seguito un assaggio di ciò che scrissi: 

Continue reading “Amleto e certe nostalgie accademiche”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑